Cappuccino di Baccalà

Ingredienti per 4:

300 gr di ceci

500gr di latte

aglio, rosmarino, timo q.b.

olio evo q.b.

300 gr di baccalà ammollato

bottarga di muggine

 

Procedimento:

In una casseruola mettere il baccalà ammollato ricoperto di lattee aggiungere i profumi a piacere.

Mettere su un fuoco dolce e appena iniziare a sobbollire spegnere e lasciare raffreddare. Scolare il baccalà in un robot da cucina e frullare aggiungendo olio.

 

Lessare i ceci in acqua aromatizzata con gli odori a fuoco dolcissimo, fino a cottura.

 

Frullare i ceci fino a ottenere una crema liscia e omogenea.

 

Prendere una tazza da cappuccio, mettere uno strato di ceci, poi uno strato di baccalà e poi nuovamente uno di ceci.

 

Alla fine mettere una grattata di bottarga e un filo di olio. Consigliate ai vostri ospiti di mangiare prendendo tutti gli strati con il cucchiaino.

Potete se volete fare una chips di ceci sottile in forno

 

Questa ricetta l'ho imparata seguendo una lezione di cucina al ristorante la Leggenda dei Frati.

 

Gnocchi al pesto modificato

Ingredienti

500 g Patate a pasta bianca

75 g Farina revolution oppure di riso finissima

1 uovo

50 g di basilico (genovese se lo trovate, altrimenti basta che sia non trattato)

6 cucchiai di parmigiano reggiano

2 cucchiai di pecorino fiore sardo

2 spicchi aglio (facoltativo io non lo uso, Elisa non lo vuole)

1 cucchiaio di pinoli

Sale grosso

4 Pomodori secchi

2 cubetti di ghiaccio

2 cucchiaio di ricotta

Olio extra vergine di oliva

 

Per gli gnocchi

Lessare le patate con la buccia, lasciare intiepidire, sbucciare e passare al passapatate. Unire un uovo piccolo oppure un tuorlo,  unire la farina e impastare il tutto. Se vi sembra molto morbido unite altra farina perché molto dipende dalla qualità delle patate e dalla dimensione dell’uovo. L’impasto dovrà risultare compatto e morbido e non appiccicoso.

Formate dei filoncini aiutandovi con della farina di riso e tagliate gli gnocchi.

 

Per il pesto

 

Mettete in un mixer il basilico, i formaggi i pinoli, i pomodori secchi, il ghiaccio e il sale. Frullate tutto a impulsi aggiungendo l’olio, appena finito di frullare trasferite in una ciotola e unite la ricotta. Amalgamate tutto.

Mettete a bollire una pentola con abbondante acqua salata, appena arriva a ebollizione aggiungete gli occhi e non appena vengono a galla prendeteli con una schiumarola. Unite al pesto e servite con qualche foglia di basilico.

 

Per porzione adulto circa 170 g a crudo = circa 320g cotti contengono 56 g CHO 

Il carico glicemico di una porzione di 170 g di gnocchi di patate è alto  circa 20.28 mentre indice glicemico IG=70 (considerate che il glucosio è 100) la glicemia dovrebbe salire abbastanza velocemente. 

 

Quinoa al Pesto

Ingredienti 6 persone:

250 g di quinoa

40 foglie di basilico

35 g pinoli

50 g pecorino grattuggiato

50 g parmigiano grattuggiato

olio evo qb

100 g pecorino fresco

mandorle sgusciate

Procedimento:

La quinoa si presta a moltissime preparazioni e l’alta concentrazione di fibre, minerali (magnesio, sodio, fosforo, ferro, zinco) e vitamine B, C ed E, la rendono un alimento molto importante anche per le sue proprietà antiossidanti. 

Lavare molto molto bene la quinoa sotto l'acqua fredda perché la quinoa contiene saponina che è una sostanza amara. 

Il mio suggerimento e quella di tostarla prima di farla bollire, esattamente come si fa per il riso, la tostatura aggiunge un ottimo aroma e migliora la cottura.

Quindi tostiamo per qualche minuto in padella e poi per ogni bicchiere di quinoa raddoppiamo la quantità di acqua o di brodo che aggiungiamo e poi lasciamo cuocere dalla bollitura per 10-12 minuti.

Scoliamo e lasciamo raffreddare.

Prepariamo il pesto e amalgamiamo il tutto aggiungendo poi i pezzettini di pecorino fresco, le mandorle tostate, e se volete dei pomodori secchi, oppure quello che più vi piace.

 

Cous Cous di Ceci con Verdure

Ingredienti:

un pacco da 250 g di cous cous di ceci (io ho usato quello della più bene che ha anche le lenticchie rosse)

olio evo q b

2 carote

2 zucchine

2 peperoni

1 cipolla

2 melanzane

Procedimento:

Il cous cous è un piatto buono, versatile e ricco, si presta a diverse preparazioni sia calde che fredde, di pesce e di carne.

Io lo amo moltissimo e spero che lo possa amare anche mia figlia che però essendo celiaca non potrà mi gustare il cous cous di grano. 

Questo però di ceci e lenticchie rosse è molto buono, con un sapore molto particolare e essendo facilissimo da preparare lo consiglio a tutti.

Per preparare un buon cous cous, sgranato come deve essere, non seguite il procedimento scritto sulla scatola. Preparate un buon brodo di verdure,  e tenetelo in caldo. Mettete qualche cucchiaio di olio evo nel cous cous che avrete messo in una ciotola capiente e lavoratelo con le mani. Quando è sgranato versate 2 mestoli di brodo caldo sul cous cous e lavoratelo prima con una forchetta per evitare di ustionarsi e poi con le mani. Coprite con un panno pulito e lasciate riposare per qualche minuto. Ripetete 2 o 3 volte o fino a che non sarà cotto e sgranato il vostro cous cous.

Fate saltare in padela le verdure le verdure con poco olio, le spezie come ad esempio il curry, la curcuma, il cumino, lo zafferano, e un poco di peperoncino.

Appena pronte unite al cous cous aggiungete olio e pepe. Ricordate di salare il brodo altrimenti risulterà sciapo.

 

Panelle

Le panelle sono un ottimo antipasto sfizioso e naturalmente gluten free.

Ingredienti:

1 Kg di farina di ceci

3 l di acqua

1 paio di pizzichi di sale

pepe nero

1 cucchiaio di prezzemolo (solo se piace)

2l di olio per friggere

 

Procedimento:

Unite all'acqua la farina di ceci  amalagamando il tutto facendo attenzione a non formare grumi.

Mettete a cuocere a temperatura media, girando in continuazione, salate e pepate, e se vi piace aggiungete il prezzemolo.

Continuate a cuocere fino a che l'impasto e inizia quasi a staccarsi dalle pareti.

A questo punto stendete molto velocemente l'impasto su un piano o su un asse di legno aiutandovi con una spatola cercate di portare tutto l'impasto a uno spesso di 5-6 mm. Lasciate raffreddare.

Non appena sarà freddo tagliate le panelle con un taglia pasta.

Scaldate l'olio e in una padella per friggere portate a temperatura di 180° e friggete le panelle. Scolatele su carta assorbente e salate e pepate nuovamente.

Questa ricetta è antica ed è buonissima

  • White Instagram Icon
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com