Sogni d'oro con frecce



Sia che tu dorma in un letto improvvisato, bello, bellissimo e comodo. E sia che tu dorma su un letto poco profumato e con i bozzi a palla, il microinfusore è sempre con te. Non si toglie la notte, va tenuto sempre. C' è chi lo sfila dal marsupio e lo lascia libero nel letto. Chi non si fida del proprio compagno di letto e lo tiene sempre legato a sè. Ci sono tanti modi per vivere un oggetto che è parte di te ma non è te. A volte, la notte, tra me ed Amelia è tutto un concerto di allarmi e vibrazioni del microinfusore. Chi c'è l'ha alta, chi c'è l ha bassa, mini monitor che si illuminano e mini mani che si aspettano di trovarci un cartone animato. Invece ci sono numeri E frecce, talmente tante frecce che nemmeno gli indiani Si orienterebbero. E tu sei assonnato, non sai bene chi suona e perché. Perche sono mesi che non dormi e come te tanti genitori di bambini col diabete. Ma molti non lo sanno e quando ti incontrano la mattina ti dicono:- ehhhhh sì, anche a me la primavera fa questo effetto! Si, magari fosse solo a primavera. Allora alla fine si fan le 8.45, tua figlia ancora dorme perché ha riposato male ma tu la devi svegliare per portarla al nido. Le dici:- Amelina, vuoi andare al nido? e lei:- No! - ma ci sono i tuoi compagnetti: Marco, Pinco, Pallo... e lei:- Amanda, Giovanni, Renato! - allora, vuoi andare? NO. E la lasci lì. A dormire sotto il tuo quadro che avevi fatto quando mai avresti immaginato un'Amelia, un marito, così tanto diabete e pure la celiachia ! E pensi che l'arte È proprio arte quando si mescola con la vita. Ed anche se ha 104 con tre frecce verso il basso, e suona, e aiuto che ansia, hai ancora voglia di fermarti un secondo a guardare le belle immagini.

tag

#diabete #celiachia #arte

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti