07/07/2018 Torreilles - Collioure - El Port de la Selva

Aggiornamento: 18 mar 2020



Dopo questi due giorni a Les Dunes partiamo per cercare di visitare Perpignan ma alla fine non troviamo un posto abbastanza vicino al centro e alla cittadella per poter lasciare il camper, si è fatto mezzogiorno, fa un caldo terribile e quindi decidiamo di esplorare la costa a pochi km da Perpignan. Decidiamo di visitare Collioure, troviamo un area di sosta sulla collina, l’unico parcheggio per camper della zona. Il parcheggio è servito da una navetta dalle 8.00 alle 23.30 e costa solo 10 euro al giorno. Però bisogna dire che non è bellissimo, è dietro al cimitero e questa cosa inquieta non poco Elisa ed è proprio sulla strada. Prendiamo la navetta carichi di tutto e di più e scendiamo al paese e rimaniamo felicemente stupiti . Molto bello e con un castello visitabile direttamente sul mare, la spiaggia di ciottoli e il paese si fondono.




Non lo conoscevo per niente. Facciamo un giro per il paese subito con tutti i negozi aperti e colorati si accende l’irrefrenabile voglia di shopping di Elisa che cerco di contrastare con un piatto di calamari fritti alle 3 del pomeriggio che ci turba per tutta la giornata e quindi poi ci andiamo a sdraiare sulla spiaggia con Amelia che gioca con 340 di glicemia che non vuole scendere e con il bimbo vicino che molto gentilmente offre ad Amelia un biscotto pieno di cioccolata. Si sente un urlo in contemporanea mio e di Elisa “nooooooo” tanto che il bimbo salta in aria e torna di corsa dai genitori e io che a quel punto spiego che Amelia è celiaca ed ha il diabete. E così non ci si può distrarre neanche un secondo, neanche per la gentilezza altrui. Verso le 18 andiamo a fare un altro giro per il paese perché Elisa deve comprare qualcosa...per forza! E mi minaccia con : “NON VORRAI MICA CHE IO IN QUESTA VACANZA NON COMPRI NIENTE, VERO?”. Comunque verso le 19 torniamo al parcheggio con Amelia che dorme e la glicemia sempre alta. Arriviamo e cambio set tragico con pianti di Amelia che appena sveglia rifiuta tutto e nonvuole più mettere il set e vuole levare tutto e urlando “NON E’ GIUSTO!”. Così la speranza dell’ultima volta di mettere i set con più tranquillità svanisce e il suo “non è giusto!” per noi genitori è sempre un colpo. A questo punto non potendo cenare a causa dei calamari partiamo e decidiamo di superare il confine facendo la strada panoramica al tramonto e attraversando i paesi com Port Vendre e Cerbere con un tramonto da piangere arriviamo in Spagna verso le 22.40 a El Port De La Selva in un’area di sosta che sembra uscita da un film di Almodovar.



#diabete #viaggi #camper #senzaglutine #glutenfree #diabetes #travel #campingcar

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti