Come siamo messi?


Come siamo messi?

Più o meno come 10 giorni fa con pur lievi peggioramenti.

Ho finito di dipingere le porte ( il cui colore vedete in foto ) e volevo passare al bagno ma Emiliano me lo ha impedito. Allora ho riesumato un libro anni 80 sull'autoproduzione e volevo fare la birra in casa ma Emiliano me l ha impedito.



Allora, un giorno non ben precisato perché ormai so tutti uguali, Emiliano ha deciso di introdurci nel fantastico mondo di Monopoli Junior, versione facilitata delmonopoli.

Ed è stato Un macello.

Nel giro di pochissimo tempo abbiamo tirato fuori tutte le peggio manie della vita fuori casa. Amelia in preda a crisi nervose per ottenere la casella profetica " il paradiso dello shopping " pregava tutti di non comprarla altrimenti avrebbe pianto per ore. Io, in astinenza da acquisti, compravo ogni cosa oltre le mie possibilità economiche e compulsivamente. Ed Emiliano, esattamente come nella realtà, mi rompeva le balls dicendomi : stai spendendo troppo! Smettila! Non puoi spendere così! E mi controllava incessantemente i soldi nel conto.

Un incubo.

Ma ci sono stati momenti peggiori. Come quando sei 5 minuti in balcone a prendere il sole e aria e lui t arriva col suo grafico delle glicemie sul cellulare e ti dice: - vedi...da quando sono in casa io. Guarda che meraviglia queste glicemie !

E sta li a sfogliare giorni e giorni di linee stupende di glicemia, in estasi, da solo, mentre a te ti fumano perché come sempre vuole dire che, in fondo, te, " non ce la sai ".

Evvabbbé.

Arrivi alle 19 psicologicamente stremata e la figliola deve fare il saggio di danza acrobatica. E ti costringe a stare ferma a guardare lei che si sbatacchia di qua e di là finché non si fa male e ti dice: ma perché sono tanto sfortunataaaaa! - o sarai fava??

Poi arriva il cambio dell ora. Quella che in tempi normali agogno già da novembre e le giornate diventano quindi, se possibile, ancora più lunghe.

Succede che la mattina mi sveglio carica di speranze ed energia, e a sera mi prenda un melanconia indicibile della vita di una volta. Quando Emiliano si lamentava che volevo sempre stare fuori e lui invece voleva stare un po tranquillo a casa.

Io tranquilla non ci sono stata mai. E ora mi sento davvero in gabbia. E in certi momenti sembra di essere allo zoo. Perché tutti, in una certa misura, stiamo soffrendo. E non si può più girare in casa in mutande perché emiliano è sempre in video conferenza col lavoro ! E quando la sera ci si rilassa un po' mi parla di curve, dati e spillover. E io non ci capisco nulla!

Ma dico- sì, certo. Versa altro da bere.

E così per giorni e giorni.

E voi? A che punto siete ?

0 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com