E' Importante La Fuga Non La Meta





Stanchi di restare a casa, del Covid, di positivi e negativi, della DAD, di non poter viaggiare, d'incontrarsi in modo strano con la mascherina, stanchi di pensare sempre a una malattia, a uno stato di salute. Io e Amelia (Elisa quest'anno non ha un minuto libero) abbiamo preso il camper e siamo scappati. Riempito il mezzo di sensori, aghi, insulina, cerotti, creme, pillole, termometri, mascherine, Tachipirina, test, pane senza glutine, pasta, succhi, glucosio e cracker siamo partiti. Padre e figlia felici di scappare all'avventura come dice Amelia. Abbiamo preso i costumi e gli accappatoi, il binocolo e la macchina fotografica, i giochi e le carte, colori e pennelli, guide per gli uccelli per andare a scoprire la natura a febbraio. Non ci siamo allontanati troppo e siamo arrivati a Saturnia, alle terme, a fare il bagno in un giornata di sole alle cascate del mulino e poi la sera dopo un bagno notturno in camper a giocare a Uno. L'indomani al posto della DAD siamo andati al parco termale, accappatoi bianchi, 20 persone in tutto il centro e piscine, idromassaggio, cascate e bistrot che propone piatti senza glutine e panini. Una giornata di cui avevamo proprio bisogno. Oggi lezione di educazione ambientale alla laguna di Orbetello a vedere gli svernanti: fenicotteri rosa, aironi, germani reali...poi la spiaggia della giannella e tanta voglia di normalità, di buttare le mascherine di abbracciarsi e baciarsi, e soprattutto tanta serenità con glicemie al 90 % in range.

Scappare a volte fa rinascere.

Daje!!





12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti