Foody




https://www.foodyfarm.it/ é da un po' di tempo che non vi aggiorniamo sui locali con opzioni senza glutine che abbiamo provato! Non essendoci potuti muovere troppo fuori regione a causa dello sgretolamento del corpo di Emiliano, siamo rimasti nei paraggi. A Firenze, che, comunque, è un luogo dove più o meno prima o poi ci passano tutti. Anche i celiaci! Qualche settimana fa, nei nostri girovagare folli dietro al monopattino di Amelia, ci siamo imbattuti in questo locale che avevo visto segnalato come ristorante con opzioni senza glutine. Non è accreditato AIC ma, da quello che ho visto, sembra tutto fatto a regola ed Amelia dopo il pranzo è stata benissimo. Sentirei di dirvi che ci si può fidare ( anche nel sito si fa riferimento al senza glutine e in caso di dubbi si può scrivere per avere chiarimenti). Ma partiamo dall'ambiente...anzi, come chiamano ora i "moderni" il concept del locale. Il posto è fichissimo, a due passi dalla basilica di Santa Croce, da fuori ti sembra sia grande come lo spazio della vetrina, poi in realtà ti ci inoltri dentro ed arrivi fino alla stazione. Lo stile è moderno ma di quel moderno che dentro alla struttura antica fa molto minimal/semiUrbano/newyorkese con le pianticelle che ti penzolano su per la testa e i lucernari che ti abbagliano di luce ( ovviamente se vai a pranzo, se no mi sa troverai buio). Se vai a pranzo, fai il " brunch ", se vai a cena fai l'aperitivo. Pranzo e cena non sono contemplati, il menù è libero, prendi che ti pare e ti senti che puoi farlo senza dover dare spiegazioni a nessuno. Il menù è Toscano ma rivisitato in chiave moderna con alcune pietanze che vengono proprio dallo street food ( e tali vengono servite ) e la materia prima proviene tutta dalla Toscana e dalle sue eccellenze. Questo c'è garbato molto ( sopratutto ad Emiliano ossessionato dal km 0 ). Nonostante l'ambiente sia un po' figo ci puoi incontrare anche dei bambini e, dato che Amelia azzardava ad andare col monopattino e nessuno l'ha uccisa, penso si possa dire che siano abbastanza tolleranti con questi esseri disturbanti. La situazione è più da sex and the city, ma ci puoi stare bene anche se hai una famiglia e tuo marito non ti guarda più negli occhi ma guarda solo tua figlia. Il cibo è buono. Anche Emiliano ha prese le opzioni senza glutine ( che sono espressamente segnate sul menu ) ed Amelia il pollo con la panatura croccante e le patate fritte. Difficile poterle fare mangiare una cosa del genere fuori casa, sicchè, felicità. Ed il pollo sapeva di pollo, non di quegli affari surgelati da supermercato. Era ottimo. Il conto nella media, con un buon rapporto qualità/prezzo e noi molto contenti, sopratutto la nostra piccola sglutinata. Io, col 670g nuovo di pacca, ho testato i grassi dei fritti e i loro effetti sulla glicemia. Per un po' la glicemia ha retto poi il microinfusore ha urlato "pietà" e chiesto diverse correzioni. Per Amelia, invece, ci ha pensato il solito Emiliano, e, tuttavia, le glicemie si sono tenute nella norma. Che dirvi? Per noi è promosso! Se decidete di andarci chiamateci che ci accodiamo!!!

FOODY FARM Firenze

33 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
storia
storia2
storia3
storia4
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com