Il primo quadro


Dunque. Stanotte non abbiamo dormito molto. Amelia aveva il set che non funzionava più tanto bene e quindi l'insulina passava male e quindi la glicemia non scendeva. Ci guardavamo nel buio, io ed Emiliano, come due linci nella foresta ma non riuscivamo a prendere la decisione di cambiarlo. Si borbottava qualcosa, nemmeno un pensiero formulato correttamente, solo ehhh oooohhh uuuuuuh e poi ci si ributtava giù sul cuscino a russare, fino all allarme successivo.

Poi succede cheti svegli, a malapena ti parli, a malapena apri gli occhi, a malapena prendi eutirox con dosaggi a casaccio e ti butti sul divano ( dopo almeno 20 minuti) a fare colazione.

Realizzi che la pandemia non è finita ma che si può uscire fuori e i gelsomini ti urlano dalla finestra che è primavera, Elisa. È primavera come tutti gli anni.

E mi sento felice.

Come Amelia quando ha dipinto il suo primo quadro su tela, la scorsa settimana. Con un pennello per ogni mano. Ed è stata una gioia e una emozione come se avesse imparato a camminare per la prima volta. Anche se ai bimbi diciamo di dipingere e poi a 15 anni diciamo di smetterla e non pensare mai a poter fare l artista ( ma perché????) , a me un bambino che dipinge mi esalta sempre. Certo, poi Amelia farà ingegneria, è chiaro.



L' arte non è lavoro. L' arte non è emozione, oppure, magari è superflua ( così mi hanno sempre detto quando stavo scegliendo che facoltà frequentare ) Ma è l'unica cosa che ci ha reso vivi durante questa quarantena. Insieme al sogno. Di poter uscire. Di poter vivere di nuovo mentre senti odore di gelsomino e della signora vicina di casa che fa il fritto di pesce a mezzogiorno.

Arte, poesia, fritto e diabete. Io, tu, noi, il colore dappertutto, il sudicio, io pulire, tu guardare.

Delle grandi combinazioni!

E una grandiosa notte stellata.

6 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com