Le vecchie mura a San Gimignano



Ieri sera siamo stati a cena con lo zio Eros ( fratello di Emiliano e celiaco anche lui ) a San Gimignano. Il ristorante si chiama Le vecchie mura e va segnalato per diversi motivi: C'ha una vista stupenda con una terrazza mozzafiato che ci arrivi passando per vicoletti mezzi bui e deserti che ti par che da un momento all'altro esca un incappucciato e ti chiappi per l'orlo della gonna. E ajuto. Invece non arriva. Solo qualche turista spaesato e il rumore di qualche panda vecchio modello che arranca nel fare le salite. Il ristorante, dicevamo, è accreditato Aic ma di quei posti che tu entri e lo senti che sanno cosa è la celiachia. Anzi, a momenti te la spiegano pure. Ti dicono come mettere il pane a tavola, vogliono sapere subito chi è il celiaco e quando Emiliano ha chiesto dei dolci senza glutine e quelli " normali" il cameriere a momenti gli dava una manata ! -" non è carino! Non si dice!". Insomma, il menù è tipico toscano, ed è molto buono. La prova provata è Amelia che chiede allo zio di assaggiare un filo di tagliatelle al ragù bianco e poi se le magna tutte. Che poi mi dice: " anche lo zio è diabetico!" Noneeeeeeee lo zio è celiaco! C'è sempre da lavorarci un po' su , lo so. Menzione d'onore il tiramisù senza glutine. Buonissimo. Noi, insomma, così, serata da terrazza e cenino rilassato e sglutinato, ecco il nostro Ferragosto. E voi? Che avete fatto? Noi oggi ci si prepara e si va verso la montagna! Un altro trasloco sul camper. Ma si sa, l'importante non è quante buste Coop riempi con materiale per il diabete, l'importante è che durante il viaggio Emiliano ti rimproveri per tutto quello che ti sei dimenticata! Ah, no, dai, davvero. Dopo tutto l'importante è la meta! 😜

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti