Pizza senza glutine - Nessun rimbalzo glicemico


Durante questa quarantena hanno panificato praticamente tutti sparisce il lievito di birra, spariscono tuti i tipi di farina, tutti hanno provato a fare cornetti, pane, pizza, focaccia, qualsiasi tipo di lievitato (facile fare tutti i panificati e lievitati con glutine, il problema è farli senza glutine). Ho deciso anche io di darvi una nuova ricetta per la pizza senza glutine. Questa ricetta molto semplice ha, in realtà, il pregio di non avere il solito andamento glicemico della pizza. Ormai abbiamo fatto questo impasto una decina di volte e possiamo dire con certezza che non ha dei rialzi glicemici a distanza di 5,6 o 7 ore. Sia Amelia che Elisa non hanno mai avuto un rialzo durante la notte. Bisogna calcolare i carboidrati tutti insieme e la nostra esperienza ci dice che non è necessario fare boli ad onda doppia o quadra.

Io ho utilizzato la farina per pane della nutrifree che compro alla Coop, la farina di grano saraceno del molino Filippini che compro alla Coop.

Ecco la ricetta

Ingredienti:

460 g di farina per pane nutrifree

40 g du farina di grano saraceno

400 g di acqua a temperatura ambiente

16 g di lievito di birra

40 g di olio evo

5 g di sale

Procedimento:

Impastare le 2 farine con l’acqua dove è stato sciolto dentro il lievito. Aggiungere l’olio e sale e impastare fino ad assorbimento.

Stendere su un piano spolverato con farina di riso e di mais e formare una palla abbastanza liscia, considerate che l’impasto sarà sempre un po’ appiccicoso ma manipolabile con l’aiuto dello spolvero.


Dopo 2 ore l'impasto è raddoppiato


Lasciate lievitare 2 ore coperto. Dopo 2 ore formate delle palline aiutandovi sempre con la farina di mais e riso (non esagerate però).


L'impasto dovrebbe avere una consistenza simile


Per un adulto formate una pallina da 270 g, io per Amelia faccio una pallina da 150g. Lasciate lievitare un’altra ora.



Per stendere la pasta aiutatevi con la farina di mais e riso considerate che il senza glutine si strappa e si buca quindi per evitare buchi deve più che altro essere schiacciato e allargato, non si può stendere come una pallina con il glutine. Io la stendo su un foglio di carta da forno infarinato che mi aiuta a far scivolare l’impasto senza che si appiccichi alla superficie.

150 g di CHO per un pallina da 270 g d’impasto

70 g di CHO per una pallina da 150 g d’impasto

Per un migliore risultato nella cottura consiglio una pietra da pizza oppure un fornetto da pizza

Buon appetito !

495 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
storia
storia2
storia3
storia4
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com