Tandem Control IQ Road Show


Mercoledì ho partecipato al primo Tandem Xslim Control IQ Road Show organizzato da Movi. Partecipavano: Aymeric Lecanu-Fayet, Senior Director at Tandem, Kerri Bandelin l'international Clinical Manager di Tandem, per l'Italia Laura Boccaccini il Marketing Manager di Movi e il dott. Scaramuzza responsabile dell’ambulatorio di Diabetologia e Endocrinologia pediatrica di Cremona. Eravamo stati invitati per sentire e vedere alcuni dati sull'uso di Control IQ, il sistema closed loop ibrido di Tandem ( cioè il sistema che in automatico cerca di correggere sia le ipoglicemie che le iperglicemie). I dati presentati erano sia i dati di studi prodotti da pivotal trial ( che sono studi che si fanno durante il processo di ricerca per dimostrare la sicurezza e l'efficacia di un trattamento, in questo caso del nostro Control IQ) sia i dati reali, si chiamano così tutti quei dati raccolti da pazienti che usano il sistema e che non fanno parte di uno studio.

Devo dire che i dati presentati sembrano dimostrare che il sistema funzioni molto bene nel cercare di tenerti almeno il 70% nel range di 70-180.

Cercherò di non annoiarvi troppo ma questa volta parto dalle basi, cercherò di descrivere il sistema, la pompa e un minimo anche il suo funzionamento e obiettivo.

Il Tandem XSlim con sistema control IQ, che può già essere richiesto dai diabetologi da ieri, è un sistema closed loop ibrido che funziona con un sensore in continuo, in particolare con il dexcom G6. Il sistema è omologato per bambini dai 6 anni in su, che pesino circa 25 kg e facciano almeno 10 unità d'insulina al giorno.


Non vi parlerò del sensore dexcom altrimenti alla fine di questo post vi buttate dalla finestra dalla noia.

Control IQ praticamente aggiusta la basale impostata gni 5 minuti basandosi su una predizione di 30 minuti dei dati del sensore, insieme ad altre variabili, tipo l'insulina attiva per esempio. Può alzare la basale fino al 300% e diminuire fino alla sospensione totale della basale.



Il suo obiettivo è tenere la glicemia a 110. Il sistema viene considerato abbastanza semplice da usare. Quando prevede che la glicemia non scenderà con l'aumento della basale farà un bolo di correzione tenendo sempre la basale aumentata.



La diapositiva sotto mostra i dati di un pivotal trial con adolescenti e adulti e mostra che tutti i soggetti hanno aumentato il time in range.

Questa sotto invece mostra la percetuale di time in range in uno studio nel pediatrico. Control IQ ha una funzione notturna che si chiama sleep che porta il target della glicemia a 100 ma esclude i boli di correzione.

Guardate come il time in range aumenta durante la notte quando il sistema lavora da solo e spinge per avere 100 di glicemia. Direi guardando questa immagine che il sistema di notte funziona bene.


Ora vi mostro qualche diapositiva dai dati reali, che mostrano che Control IQ funziona bene però bisogna avere qualche accortezza nell'utilizzo. La prima cosa è credere nel sistema e lasciarlo lavorare, se si interviene troppo si rischia di andare in ipo. Evitare di fare troppi boli per rischio ipo. Fare benissimo la conta dei carboidrati. Control Iq non riesce e mantenere le glicemie nel range se per esempio non si fa un bolo per i pasti.




Che altro dire prima che la noia del mio post vi trasformi in zombi. Che il dott. Scaramuzza ha presentato i dati del primo campo pediatrico fatto con Basal IQ e alcuni dati dei primi pazienti che hanno usato Control IQ per un mese e sono tutti migliorati, anche se quelli scelti erano tutti bambini, e quindi genitori,che già usavano Tandem e Basal IQ.

Comunque i dati erano positivi.


Alla fine io ho fatto come domanda se consigliavano il sistema anche a chi non riesce ad avere facilità a impostare una basale ottimale e la loro risposta è stata: Si! anche perché il sistema può aiutare a capire dove aggiustare la basale. Alla fine però questo, secondo me, lo deciderà il diabetologo.

Insomma ora aspettiamo di vedere che risultati ci saranno anche con il 780 G di Medtronic che invece lavora senza avere una basale preimpostata ma creandosi una basale da solo. Questi due sistemi sono i sistemi uffuciali più avanzati del momento.

Daje! e speriamo tutti di avere presto un closed loop che ci aiuti.


309 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
storia
storia2
storia3
storia4
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com