Tutti in festa tranne il diabete


In questi giorni di festa gli imprevisti, come sempre, non sono mancati. Perché, si sa, tutto va in vacanza eccetto il diabete. Altrimenti non sarebbe malattia cronica ma cronica festivi esclusi. Ma non si può. Abbiamo avuto diverse " maledette" cannule che si sono piegate da un momento all'altro facendo schizzare le glicemie. Certo, mettere il set nella parte alta del gluteo non aiuta quando hai 4 anni e salti di continuo in ogni superficie ammortizzata e poi ci caschi, appunto, sul culo. Ma la sfiga si somma e diventa ancora più grande quando magari fai un cambio set, becchi un capillare a tua insaputa ( esteriormente non si vede nulla) e poi Emiliano decide di fare la pizza. Lì la combo è davvero fatale! E lei, però, continua a saltare come niente fosse. Io quando arrivo a 300, oramai, mi sento come se mi avessero menata in dieci. Lei salta e gioca come niente fosse. Certo, sarà la gioventù, e l'unico suo disagio è posticipare la merenda ma per noi genitori è un vero incubo che si diffonde tra i presenti e magari ti rovina un simpatico pomeriggio in famiglia. Perché ci si guarda continuamente chiedendoci " è scesa?" ( la glicemia ) , " ancora non è scesa???", " ma nemmeno un po'?". Cosi per del tempo a farsi domande piano piano, per non far preoccupare Amelia, e non sentirsi e quindi ripetere la domanda ancora cento volte come dei cretini. Eh??? Allora?? Unn ho capito. È scesa o no? È scesa, è salita, s è fermata? Tutto così finché, finalmente, sta cara glicemia non scende e tutti ci si rilassa veramente e ci si sente la pressione che cala un po' a tutti e possiamo tornare a sorridere senza l'ombra scura su di noi che ci fa sentire tutti partecipi della glicemia di questo scricciolo di bimba salterina. Eh nulla. Sono imprevisti normali, oramai quasi calcolati. " Cose che succedono" diceva una mia vecchia zia per giustificare tutto. E tocca fare come lei per trovare la forza di andare avanti senza appesantirsi troppo. Che in confronto il polpettone, vi assicuro, non è nulla. Ma per fortuna passa. E lei ritorna a saltare.

0 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
About Us

Siamo Emiliano ed Elisa, un naturalista-cuoco e una mamma pittrice e diabetica. Abbiamo una bimba di due anni di nome Amelia anche lei con diabete e celiachia. Raccontiamo la vita da diabetici a diabetici e non e "Poteva andare Peggio" è il nostro progetto per sensibilizzare le persone su queste due patologie! I viaggi, il cibo, l'avventura ma anche le piccole magie quotidiane sono i nostri principali interessi.

 

Contact Us:

emiliano.manzo@gmail.com

potevaandarepeggio@gmail.com

Phone: +39 3294954415

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com